QUALI HASHTAGS per i tuoi POST?

 

LA PRATICA

 

SALTA LA TEORIA E LEGGI QUI

Strumento online per creare un liste di hashtag

https://instavast.com/instagram-hashtag-generator/

Consiglio questo tool per generare gli hashtag.

Basta inserirne una chiave di ricerca contestualizzata alla nostra foto per formulare una lista di hashtag performanti, eliminando quelli sopra il milione e mezzo e sotto le 10/20.000 condivisioni.

Per chi possiede un utente IG che non ha decine di migliaia di follower è meglio scegliere di utilizzare hashtag meno performanti per massimizzare il tempo di permanenza nei feed e iniziare la scalata dal basso.

L’ obiettivo dev’essere quello di ricevere più like possibili nel minor tempo possibile, così ci sarà più possibilità che gli algoritmi Instagram ci diano una mano nella visibilità. Instagram valuta il rapporto crescita di like nel tempo. Massimo 30 hashtag, includiamo anche quelli suggeriti in alto.

 

  • Se possibile è buona cosa avere un gruppo con il quale sia possibile mettersi like e commenti a vicenda.

 

ESEMPIO già pesato di lista hashtag per un produttore di vini del Nord Italia

 

#sommeliers #sommelier #sommelierlife #teasommelier #associazioneitalianasommelier #vin #barbera #moscato #cabernet #spumante #barolo #vinovino #vinorosso🍷 #vinoitaliano #vinobianco #collitortonesi #derthona #timorasso #bonarda #italianwine #italianwines #italianwinelover #italianwinery #italianwinelovers

 

LA TEORIA

A cosa servono gli hashtag?

Servono a identificare e rendere rintracciabile un contenuto. Fungono un po’ da parole chiave cliccabili, collegate a post simili. Ricercando un hashtag, troveremo tutto ciò che è stato contrassegnato con esso. Es. Ricercando #wine, troveremo tutte le foto che hanno hashtag #wine.

Dove servono gli hashtag?

Strettamente su Instagram, twitter.

Su Facebook non sono particolarmente utili, nei blog post, no.

Sappiamo tutti che su Instagram utilizzare hashtag corretti influenza in maniera determinante la visibilità dei tuoi post, di conseguenza l’impatto della tua comunicazione sul tuo potenziale pubblico.

 

Come trovare gli hashtag migliori per il tuo pubblico

 

Un hashtag può essere incisivo in senso semantico, quando completa il significato della descrizione di una foto esprimendo un concetto, ma non aiuta nella visibilità perché nessuno lo cercherebbe mai, oppure qualificativo (standard) quando viene utilizzato per aumentare la visibilità del tuo post.

 

Quali hashtag

 

E’ necessario trovare il proprio spazio, con hashtag performanti.

Dato che su Instagram siamo in milioni a postare, è bene comprendere che più utilizziamo hashtag popolari, meno saremo visibili, perché se milioni di persone utilizzano lo stesso hashtag, il nostro spazio sarà ristretto. Viceversa, se utilizziamo hashtag poco popolari, nessuno li cercherà e saremo di nuovo poco visilibili.

Bisogna utilizzare hashtag proporzionati al proprio bacino di utenti.

Se come me non hai decine di migliaia di follower, meglio scegliere hashtag semi-popolari anziché super popolari.

  • Hashtag Popolari: – 5 Milioni o più di condivisioni => generalmente, evitare
  • Hashtag Semi Popolari – 500k – 5M di condivisioni
  • Hashtag Meno Popolari – 100K – 500K condivisioni

Strategia : I migliori hashtag per gli utenti nuovi o comunque con meno di 20.000 follower:

Il nostro scopo è quello di massimizzare l’esposizione di ognuno dei nostri post (foto o video) utilizzando un mix tra hashtag super popolari e meno popolari.

Sfruttando l’azione degli hashtag meno popolari ma contestualizzati, (Es #collitortonesi, #timorasso, #derthona, #gavi #terredabianco, ecc) i nostri post inizieranno a guadagnare un po’di popolarità e commenti da chi segue gli hashtag e/o vede il nostro post nel proprio feed perché ci segue. Questo porterà subito alcuni like e commenti.
In questo modo le tue foto avranno maggiori chances di finire nella sezione home di Instagram degli utenti che abitualmente guardano post simili.
Con un po’ di fortuna e contenuti molto accattivanti scalerai la vetta per arrivare al pubblico degli hashtag più popolari (#winelover, #somellier, #whitewine, #italianwine, ecc)

Ogni tipologia di hashtag ha un preciso scopo e dovrai fare in modo che ogni lista che utilizzerai da ora in poi sia ottimizzata in questo modo.

Il processo è  semplice.

  1. Mirare ai like con gli hashtag meno popolari della tua lista
  2. Incrementare ulteriormente il tuo Engagement raggiungendo la sezione dei post più popolari gli hashtag più piccoli
  3. Raggiungere i Top Posts degli Hashtag Popolari!

Naturalmente tanto minore sarà il tuo engagement, tanto più avrai bisogno di molti hashtag meno popolari.

Se come me hai un utente Instagram con pochi followe (meno di 15/20.000 circa) utilizza più hashtag meno popolari rispetto a quelli da milioni di post.

Ricorda! Abbiamo 30 hashtag a disposizione per ogni post!.

COS’E’ L’ENGAGEMENT?

 

E’ il rapporto tra i tuoi follower e quanto reagiscono (like / commenti)

Non si giudica più un utente in base a quanti follower ha, ma in base a quanti commenti / like ha, in base al suo numero di follower.

Se hai un engagement basso, i tuoi follower in pratica non ti cagano di striscio. E’ tutto normale.

STRUMENTO PER MISURARE L’ENGAGEMENT

 

https://www.ninjalitics.com

Divertiti a misurare il tuo e l’engagement dei tuoi concorrenti o amici.